Guadagniamo denaro dai nostri partner quando fai clic e acquisti dai collegamenti sul nostro sito e abbiamo il supporto dei nostri utenti.Ulteriori informazioni.

Una voce stravagante richiede che TSMC riutilizzi il suo nodo di processo a 5 nm sul chipset A16 Bionic

Si è ipotizzato che, a causa della carenza di chip, Apple utilizzerà chipset diversi per i modelli iPhone 14 non Pro e per i telefoni iPhone 14 Pro che verranno svelati il ​​prossimo settembre. Tipicamente, Apple utilizza lo stesso chip per tutti i modelli di iPhone di fascia alta che produce in un solo anno. Ma la pandemia ha portato a una carenza di chip. Se fosse stato un anno normale, Apple avrebbe utilizzato l’A16 Bionic per tutti e quattro i modelli di iPhone 14.
Invece. il più costoso iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max sarà probabilmente alimentato dal più potente A16 Bionic costruito da TSMC. L’iPhone 14 e l’iPhone 14 Max dovrebbero riutilizzare l’A15 Bionic che si trova sotto il cofano della serie iPhone 13 dell’anno scorso. Inizialmente, ci si aspettava che l’A16 Bionic usasse il nodo di processo a 4 nm di TSMC.

Tipster afferma che “una fonte abbastanza affidabile” prevede che A16 Bionic sarà prodotto da TSMC utilizzando il suo nodo di processo a 5 nm

Più piccolo è il nodo di processo, maggiore è il numero di transistor che si inseriscono in uno spazio denso, e questo è importante perché maggiore è il numero di transistor che pilotano un chipset, più potente ed efficiente dal punto di vista energetico è il chip.

Ma secondo Apple tipster @ShrimpApplePro, “una fonte abbastanza affidabile” afferma che l’A16 Bionic sarà prodotto utilizzando il nodo di processo a 5 nm avanzato di TSMC invece del nodo previsto a 4 nm. Lo stesso informatore, notando quanto sia improbabile che TSMC rimanga a 5 nm per l’A16 Bionic, dice di prendere questa voce con un pizzico di MSG (glutammato monosodico).
La “fonte abbastanza affidabile” afferma di aspettarsi che l’A16 Bionic abbia aggiornamenti nella CPU del chip, RAM LPDDR5 e presenti una GPU (chip grafico) migliorata. Se ne è parlato anche Apple utilizza un A16 Bionic a 5 nm per i modelli non Pro di fascia bassa e un chip A16 Pro Bionic a 4 nm per iPhone 14 Pro e iPhone 14 Pro Max. La verità è che, a meno che tu non sia un super appassionato di smartphone, probabilmente non hai idea di quale chipset stia alimentando il tuo telefono e non hai idea di quanti transistor siano inseriti in quel componente all’interno del tuo telefono.

Il chipset A15 Bionic di Apple trasporta 15 miliardi di transistor

Potresti rimanere sbalordito nell’apprendere che l’A15 Bionic sfoggia 15 miliardi di transistor in ogni chip. Sembra un numero incredibile finché non vedi che l’Apple M1 Ultra (che è realizzato combinando una coppia di chipset M1 Max) trasporta ben 114 miliardi di transistor. Considera che il chip utilizzato per eseguire l’iPhone OG è stato costruito da Samsung utilizzando il suo nodo di processo a 90 nm e includeva una CPU ARM11 single-core da 412 MHZ.

I modelli di iPhone 2022 includeranno un iPhone 14 da 6,1 pollici, un iPhone Max da 6,7 ​​pollici (in sostituzione del mini), l’iPhone 14 Pro da 6,1 pollici e l’iPhone 14 Pro Max da 6,7 ​​pollici. I modelli Pro avranno fotocamere migliori e includeranno il display ProMotion con una frequenza di aggiornamento di 120Hz. Oh, e come potremmo dimenticare? La linea di iPhone 14 continuerà a indossare con orgoglio il Notch mentre le varianti Pro sfoggeranno i ritagli di pillola e perforazione che prenderanno il posto del notch sui telefoni Apple 2022 di fascia alta.

L’ultimo rapporto richiede che Apple sveli la nuova serie di iPhone 14 il 13 settembre insieme a tre versioni di Apple Watch e AirPods Pro 2. Le opzioni di archiviazione sui modelli Pro potrebbero iniziare da 256 GB e arrivare fino a 2 TB. Tuttavia, Apple di solito attende due anni prima di apportare tali modifiche. Quindi, con questo presupposto, ci aspetteremmo che le opzioni di configurazione Pro rimangano in un intervallo da 128 GB a 1 TB per un altro anno.

E in modo simile, potremmo non vedere il primo iPhone con una porta di ricarica USB-C fino a quando la serie 2023 di iPhone15 non sarà annunciata l’anno prossimo.