Guadagniamo denaro dai nostri partner quando fai clic e acquisti dai collegamenti sul nostro sito e abbiamo il supporto dei nostri utenti.Ulteriori informazioni.

T-Mobile porta la sua rete 5G senza rivali a un livello superiore con le ultime innovazioni tecnologiche

Per un po’ alla fine del 2019 e sostanzialmente per tutto il 2020, praticamente tutto ciò che T-Mobile ha annunciato in relazione al suo La rete 5G è stata una mossa pionieristica o lungimirante. “Un-carrier” è stato il primo negli Stati Uniti (o anche nel mondo) ad adottare molteplici tecnologie all’avanguardia e di tendenza, che sono state poi lentamente ampliate in tutta la nazione, migliorate e perfezionate per lascia Verizon e AT&T nella polvere… per il momento.

Più maturo e affidabile che mai, Il più grande d’America e la rete 5G più veloce continua a ottenere nuove incredibili funzionalità, come Voice Over 5G, alias VoNR, alias Voice Over New Radio.
Questa particolare svolta è arrivata da molto tempo, e secondo CNETè stato sottoposto a test approfonditi “per mesi” a Portland, Oregon, e Salt Lake City, Utah, dove ora è finalmente disponibile alle masse (che utilizzano Galaxy S21 5G) in “aree selezionate”.
Stiamo ovviamente parlando dell’intera famiglia di telefoni di fascia alta di Samsung rilasciata all’inizio del 2021, con la gamma Galaxy S22 più recente e naturalmente più veloce che presto si unirà alla festa Voice Over 5G, insieme ad altri dispositivi abilitati 5G senza nome su T-Mobile di presumibilmente più di un marchio.

Se possiedi un S21, S21+ o S21 Ultra in una delle due città sopra menzionate, potresti presto notare un ritardo più breve del solito tra la composizione di un numero e l’ascolto del telefono che inizia a squillare. Non sembra un grosso problema (perché non lo è), ma come sempre, T-Mo sta pensando più al futuro quando saluta questo come un’altra pietra miliare della tecnologia chiave sulla strada per il servizio 5G onnipresente (autonomo).

In poche parole, ora il traffico vocale può iniziare a essere trasportato attraverso il primo (e ancora unico) rete 5G autonoma a livello nazionale negli Stati Uniti, liberando risorse preziose per (eventualmente) abilitare funzionalità super avanzate come lo slicing della rete che richiede una “connessione continua a un core 5G”.

No, non capiamo davvero tutto anche di questo, ma sappiamo che il 5G è il futuro e rendere possibile a tutti i servizi di fare affidamento sul 5G anziché mantenere una rete 4G LTE sottostante e un core 4G per cose come le chiamate vocali è chiaramente un altro passo importante nella giusta direzione per T-Mobile.

Forse è inutile sottolineare che Verizon e AT&T sono entrambi diversi passi indietro rispetto al loro arcirivale su Voice Over 5G, non avendo un obiettivo chiaro per abbracciare la tecnologia in qualsiasi momento subito dopo essere arrivati ​​​​in ritardo nel basso e anche i campi di implementazione della rete 5G a banda media. Oh, e nemmeno le loro implementazioni 5G standalone non sono esattamente vicine all’orizzonte.