Guadagniamo denaro dai nostri partner quando fai clic e acquisti dai collegamenti sul nostro sito e abbiamo il supporto dei nostri utenti.Ulteriori informazioni.

Samsung potrebbe fare schifo nella produzione di chip per i telefoni Galaxy, ma Google continuerà a seguirlo per Tensor 2

Google ci ha già mostrato di cosa si tratta Pixel 7 e 7 Pro saranno simili e ha anche rivelato che i telefoni saranno alimentati dal processore Tensor di seconda generazione e funzionerà con Android 13. Nuovi dettagli sono ora emersi sul secondo chip per smartphone interno di Google.

Il Tensor è stato co-sviluppato da Samsung e Google e sembra prendere in prestito pesantemente dai blocchi e dagli IP fondamentali di Exynos, anche se il gigante di Mountain View ci ha dato una svolta. Il chip presenta una configurazione della CPU diversa rispetto ad altri SoC, optando per una configurazione 2+2+4 invece di una configurazione 1+3+4 big+mid+little. Il chip ha due core Cortex-X1, due core centrali Cortex-A76 e quattro core A55. Ha una CPU più veloce dell’80% e una GPU più veloce del 370% rispetto al Qualcomm Snapdragon 765G di Pixel 5.

Notizie Naver (attraverso @GaryeonHan) ora segnala che Samsung collaborerà anche con Google sul prossimo chip Tensor che sarà alla base del Gamma Pixel 7 che a quanto pare verrà svelata per intero ad ottobre. La produzione di massa inizierà a giugno e il chip sarà basato sul processo a 4 nm del colosso sudcoreano. Per riferimento, il primo chip Tensor è stato prodotto utilizzando la tecnologia a 5 nm, quindi un nodo più piccolo dovrebbe teoricamente offrire prestazioni ed efficienza migliori.
Secondo quanto riferito, Samsung utilizzerà la tecnologia di confezionamento a livello di pannello (PLP) per il chip a causa dei suoi vantaggi in termini di costi e della maggiore efficienza di produzione.
Se sia stata la scelta giusta per restare con Samsung è un’altra storia, considerando che il gigante sudcoreano ha ricevuto così tante critiche per i suoi recenti chip Exynos che alimentano i suoi telefoni di punta che per il momento potrebbe non produrre nuovi chip per i suoi telefoni premium e può invece affidarsi completamente a Qualcomm.

Non si sa molto altro sul Tensor di seconda generazione, tranne che ha il numero di modello GS201 e presenterà l’inedito Exynos Modem 5123. Maggiori dettagli dovrebbero essere disponibili con l’avvicinarsi dell’arrivo della gamma Pixel 7.

Il Pixel 7 avrà un array di fotocamere orizzontale aggiornato e dovrebbe utilizzare gli stessi schermi della gamma Pixel 6 con alcune modifiche. Nuove prove sembrano suggerire che i due telefoni potrebbero essere accompagnati da un terzo modello di fascia alta simile a Pixel 7 Pro con uno schermo a 120 Hz.