Guadagniamo denaro dai nostri partner quando fai clic e acquisti dai collegamenti sul nostro sito e abbiamo il supporto dei nostri utenti.Ulteriori informazioni.

Samsung ha citato in giudizio per aver utilizzato un algoritmo che prevede la durata residua della batteria su un telefono Android

Samsung si è trovata coinvolta in una battaglia sui brevetti con una società chiamata K. Mizra LLC, essenzialmente un troll di brevetti. Potresti aver già sentito quel termine prima, ma se non sai cosa significa, un troll di brevetti è un’azienda che raccoglie brevetti e invece di produrre entrate gestendo un’impresa, genera denaro attraverso l’uso aggressivo del contenzioso per proteggere i suoi brevetti . In questo caso, K. Mizra accusa Samsung di aver violato la tecnologia della batteria del suo smartphone.

Secondo Android Centrale, la tecnologia originale è stata creata dall’istituto di ricerca olandese “Nederlandse Organisatie Voor Togepast Natuurwetenschappelijk Onderzoe”. La tecnologia che K. Mizra LLC sostiene essere coperta dal brevetto è un algoritmo utilizzato su gadget come gli smartphone Samsung Galaxy per determinare la durata della batteria rimane su un dispositivo.

SU Sito web di K. Mizra, rivela che la causa è stata intentata contro Samsung il 20 maggio presso il tribunale regionale di Dusseldorf in Germania. Dice che la “previsione dell’autonomia della batteria implementata nei dispositivi Samsung che utilizzano versioni più recenti del sistema operativo Android di K. Mizra viola la designazione tedesca del suo brevetto EP 2 174 201 B1”. La società prosegue affermando che l’invenzione fornisce una previsione “al volo” della durata residua di una batteria utilizzata per alimentare uno smartphone.
L’algoritmo coperto dal brevetto analizza il comportamento degli utenti. I ricorrenti affermano che con l’invenzione oggetto del brevetto, un telefono può mostrare una stima più precisa della durata della batteria ancora disponibile sul dispositivo. K. Mizra afferma di essere convinto che una funzionalità basata su Android preinstallata presente sui telefoni Samsung Galaxy calcoli la durata residua della batteria disponibile utilizzando l’invenzione coperta dal suo brevetto.
La società ha attualmente contenzioso in corso nei confronti di T-Mobile, Verizon e Niantic. Quest’ultimo caso riguarda un brevetto utilizzato da Niantic per consentire il gioco multiutente su giochi mobili. Ad esempio, consente ai giocatori di Pokemon Go di interagire tra loro nella stessa sessione multiplayer AR.
Per quanto riguarda la battaglia legale con Samsung, potrebbero esserci altri produttori di Android che potrebbero finire come imputati in cause simili.