Guadagniamo denaro dai nostri partner quando fai clic e acquisti dai collegamenti sul nostro sito e abbiamo il supporto dei nostri utenti.Ulteriori informazioni.

Le politiche dell’App Store di Apple hanno bloccato quasi 1,5 miliardi di dollari di transazioni fraudolente nel 2021

Potresti aver sentito che recentemente le autorità di regolamentazione hanno esaminato Apple e la proposta di legge volta a limitare le presunte pratiche anticoncorrenziali di Apple è stata discussa negli Stati Uniti e nell’UE. E più specificamente, alcune delle proposte di legge potrebbero consentire ad Apple di consentire agli utenti di scaricare app dall’esterno dell’App Store. Ma Apple ha alcuni problemi con queste proposte e ha espresso la sua preoccupazione che ciò possa incidere sulla privacy dell’iPhone. La società ha ora pubblicato un comunicato stampa descrivendo in dettaglio come le sue politiche dell’App Store stanno rendendo l’App Store il luogo più sicuro per scaricare app, segnala 9to5Mac.

L’App Store ha bloccato quasi $ 1,5 miliardi di transazioni fraudolente nel 2021

Il comunicato stampa indica che l’App Store è riuscito a bloccare quasi 1,5 miliardi di dollari di transazioni potenzialmente fraudolente l’anno scorso, e ciò è stato possibile grazie a una combinazione di revisione dell’App Store, severi requisiti di pagamento in-app e altre politiche che Apple applica nell’App Store.

Inoltre, Apple afferma di aver bloccato oltre 1,6 milioni di app rischiose o vulnerabili e aggiornamenti delle app che avrebbero potuto ingannare gli utenti Apple.

Il rapporto sottolinea inoltre che la continua protezione degli utenti da parte di Apple contro le attività fraudolente delle app mostra perché esperti di sicurezza indipendenti hanno affermato che l’App Store è il luogo più sicuro per trovare e scaricare app.

Ma non è tutto: i documenti continuano a impilare più numeri per la dichiarazione. Per i curiosi, ecco altri importanti risultati sulla privacy pubblicati dalla società:

  • 34.500 app: rifiutate dal team di revisione delle app per funzionalità nascoste e non documentate
  • 157.000 app – rifiutate perché risultate spam, imitazioni o fuorvianti
  • 343.000 app – rifiutate per aver richiesto più dati utente del necessario e per aver gestito male i dati già raccolti
  • 94 milioni di recensioni e oltre 170 milioni di valutazioni – bloccata dalla pubblicazione per non aver soddisfatto gli standard di moderazione
  • 610.000 recensioni – rimosse dopo la pubblicazione a causa delle preoccupazioni dei consumatori
  • 63.500 app illegittime – trovate e bloccate su vetrine pirata
  • 3,3 milioni di carte rubate – impedite di essere utilizzate per effettuare acquisti potenzialmente fraudolenti
  • 118 milioni di tentativi di creazione di account – rifiutati per aver mostrato schemi di attività fraudolenta o abusiva

Come puoi vedere, Apple sembra ora essere la polizia mobile… e questo non è assolutamente male. Come accennato all’inizio di questa storia, ci sono state alcune proposte legislative volte a limitare il potere e il dominio di mercato di Apple. Questo studio arriva subito dopo l’American Choice and Innovation Act, un disegno di legge che costringerebbe Apple a consentire il sideloading (se accettato), ottenuto una revisione. In Europa c’è il Digital Markets Act (DMA) che costringerebbe nuovamente Apple a consentire il sideloading su iOS. Il DMA sta lentamente e costantemente lavorando per diventare legge.