Guadagniamo denaro dai nostri partner quando fai clic e acquisti dai collegamenti sul nostro sito e abbiamo il supporto dei nostri utenti.Ulteriori informazioni.

L’App Tracking Transparency di Apple sembra non applicarsi alla stessa Apple, trova le autorità di regolamentazione tedesche (Aggiornato – Dichiarazione Apple)

AGGIORNARE:Apple ci ha contattato e ci ha fornito la seguente dichiarazione, attribuita a un portavoce di Apple:

La storia originale continua di seguito.

##

Apple (così come altri colossi della tecnologia) è stata oggetto di molteplici indagini, principalmente per motivi di pratiche anticoncorrenziali. Ora, però, è in corso una nuova indagine, segnala Apple Insider. E questa volta, sorprendentemente (o non proprio) individua App Tracking Transparency, uno dei Le funzionalità di privacy molto utilizzate di Apple.

La trasparenza del tracciamento delle app è anticoncorrenziale? Le autorità di regolamentazione tedesche mirano a scoprirlo

App Tracking Transparency, o ATT in breve, è stato lanciato nell’aprile dello scorso anno con iOS 14.5 come mezzo per bloccare il monitoraggio delle app di terze parti. Se decidi di disattivare il monitoraggio, iOS impedisce ai tracker di seguirti in giro per Internet (beh, queste non sono persone ma una sorta di identificatori che raccolgono dati) allo scopo di offrirti annunci mirati. Come puoi immaginare, il servizio ha danneggiato alcuni inserzionisti e aziende, incluso Facebook, uno dei suoi critici più accesi. E ora sembra che le autorità di regolamentazione tedesche stiano alzando le sopracciglia, pronte a esaminare se sta danneggiando la concorrenza.

L’indagine sarà condotta dal Bundeskartellamt, l’Ufficio federale dei cartelli in Germania. L’organismo di regolamentazione ha condiviso le informazioni in una dichiarazionesostenendo che Apple dovrebbe stabilire regole favorevoli alla concorrenza, data la sua posizione “di primaria importanza” sul suo ecosistema.

Andreas Mundt, presidente dell’Ufficio federale dei cartelli, ha affermato che sembra che le regole di trasparenza del tracciamento delle app di Apple si applichino solo alle app di terze parti, ma non ad Apple. E sì, in teoria, questo dà ad Apple la possibilità di dare la preferenza alle proprie offerte e annunci. Etichetta – possibilmente anticoncorrenziale.

Secondo le risultanze preliminari dell’organismo di regolamentazione tedesco, Apple non è infatti soggetta alle regole dell’ATT. L’indagine approfondirà questo aspetto e determinerà se questa azione sarà considerata contraria o meno a una sana concorrenza.

Da quello che sembra, Apple, così come altri giganti della tecnologia, incluso Google, stanno ottenendo indagini dopo indagini. Recentemente, è stato il Regno Unito che ha avviato un nuovo sforzo investigativo. Il Gli Stati Uniti stanno anche lavorando a regolamenti per promuovere la concorrenza e limitare la portata dei giganti della tecnologia.