Guadagniamo denaro dai nostri partner quando fai clic e acquisti dai collegamenti sul nostro sito e abbiamo il supporto dei nostri utenti.Ulteriori informazioni.

Il “team Android” di Google trasforma il nuovo “banger” di Drake in un disco di Apple su RCS

Bene, ecco qualcosa che non vedi in molti giorni di notizie “normali”, per non parlare di domenica. L’account Twitter ufficiale di Google per Android, che viene generalmente utilizzato, beh, per pubblicizzare funzioni Android speciali e “punti di vendita” chiave in modo abbastanza diretto e non controverso, sta facendo scalpore con un raro colpo di Apple travestito da un “video esplicativo dei testi non ufficiale” di una delle ultime canzoni di Drake.

Sorprendentemente, questo arriva solo 48 ore dopo l’uscita a sorpresa dell’album “Texts Go Green”, incluso “Honestly, Nevermind”. Ovviamente, il titolo di questa traccia ha reso abbastanza facile la missione di Big G di denunciare il suo rivale per aver resistito all’adozione del protocollo RCS, soprattutto dopo aver fatto lo stesso (meno il riferimento tempestivo alla cultura pop) più volte nel recente passato.
Sebbene estremamente semplice nella sua esecuzione (qualcuno potrebbe anche dire rudimentale), il video di 38 secondi con l’accattivante introduzione audio “Texts Go Green” e un breve PSA narrato dalla voce robotica di sintesi vocale di Google riesce a essere entrambi altamente informativi (Chiedi solamente nientemeno che Ryan Reynolds) e decisamente efficace nel portare l’attenzione negativa su Apple.
Tecnicamente, Google non prende in giro o critica apertamente la sua concorrenza qui, ricorrendo anche a lusinghe (sarcastiche) per chiedere a “qualche team di ingegneri super talentuoso” di Apple di fare la cosa giusta nella complicata questione della frammentazione dei servizi di messaggistica.
Per quelli di voi che hanno vissuto sotto una roccia negli ultimi anni, il gigante della ricerca dietro il sistema operativo mobile più popolare al mondo ha sostenuto l’adozione diffusa di Rich Communication Services (RCS), lavorando duramente verso l’obiettivo della tecnologia di arricchire insieme l’esperienza di sms di base di tutti tutti e tre i principali vettori statunitensi.
Non sorprende, Apple deve ancora aderire all’iniziativa, rendendo la vita inutilmente difficile sia per gli utenti Android che per iPhone. Per esempio, La crittografia end-to-end non può essere utilizzata tra le due piattaforme e lo stesso vale per molte altre utili funzionalità che sono supportate separatamente dall’app iMessage di Apple e da tutte le varie implementazioni RCS oggi sul mercato.

Oltre a tutto, abbiamo ovviamente a che fare anche con un problema cromatico, che Apple potrebbe anche risolvere facilmente integrando RCS nel suo servizio iMessage e impedendo ai testi di diventare “verdi”. Ovviamente, le bolle verdi e blu potrebbero benissimo essere ancora una cosa anche se il gigante della tecnologia con sede a Cupertino si rompe sotto tutta questa pressione pubblica e decide di estendere a Google un ramoscello d’ulivo… ad un certo punto in futuro. Fino ad allora, possiamo probabilmente essere tutti d’accordo su una cosa: quella canzone di Drake è un colpo assoluto.