Guadagniamo denaro dai nostri partner quando fai clic e acquisti dai collegamenti sul nostro sito e abbiamo il supporto dei nostri utenti.Ulteriori informazioni.

Il grande aggiornamento Pixel della prossima settimana potrebbe includere due funzionalità tanto attese

Lunedì prossimo sarà il 6 giugno. Potrebbe essere solo un normale giorno di inizio giugno che dà il via alla settimana per molti. Ma per quelli con Pixel 4, 4 XL, Pixel 4a, 4a (5G), Pixel 5, 5a, Pixel 6 e 6 Pro è come avere Natale, Ringraziamento, il 4 luglio e i loro compleanni tutto in uno. Questo perché lunedì prossimo Google dovrebbe abbandonare il rilascio di funzionalità Pixel trimestrali di giugno.

Gli utenti di Google Pixel 4 e versioni successive dovrebbero ricevere l’aggiornamento trimestrale Pixel di giugno lunedì prossimo

Quattro volte l’anno (ogni tre mesi) Google rinnova la linea Pixel aggiungendo nuove funzionalità e funzionalità tramite un aggiornamento alle unità Pixel che continuano a ricevere supporto da Google. E per giugno c’è un po’ di eccitazione a causa della possibilità che Google aggiunga Sblocco facciale a Pixel 6 Pro. La linea Pixel 6 ha sofferto di un sensore di impronte digitali notoriamente lento e gli utenti vorrebbero avere la possibilità di utilizzare lo sblocco facciale.

Le ultime informazioni sulla questione hanno rivelato che Google lo era originariamente prevedeva di includere Face unlock sul modello Pro al momento del lancio, ma è stato ritirato all’ultimo minuto dal produttore. Forse non ci sarebbe una tale richiesta per l’aggiunta del sistema di riconoscimento facciale con il rilascio di funzionalità di giugno al Pixel 6 Pro se Google avesse incluso un sensore biometrico migliore con il telefono al momento del lancio.
Senza l’hardware utilizzato su dispositivi come iPhone X e superiori, e la linea Pixel 4 rispettivamente per Face ID e Face unlock, sembrerebbe che non ci sarebbe modo per Google di

aggiungi un sistema di riconoscimento facciale sicuro a Pixel 6 Pro. Dopotutto, senza il sistema di fotocamere adeguato, come potrebbe Pixel 6 Pro creare una mappa di profondità 3D del viso dell’utente? E con il riconoscimento facciale 2D, mettere semplicemente una foto dell’utente di un telefono davanti alla fotocamera potrebbe indurre Face unlock a consentire a un hacker di accedere a un Pixel 6 Pro.

Acquista Google Pixel 6 o Pixel 6 Pro

Ma ad aprile abbiamo trasmesso alcune notizie interessanti. Un rapporto affermava che il sensore di imaging Sony IMX 663 (utilizzato su Pixel 6 Pro, ma non su Pixel 6) potrebbe creare una mappa di profondità. In un post sul blog scritto nel 2017, Google ha spiegato come è possibile creare una mappa di profondità per la modalità Ritratto con una sola fotocamera. “Per calcolare la profondità possiamo usare un algoritmo stereo. Il Pixel 2 non ha due fotocamere, ma ha una tecnologia chiamata pixel PDAF (Phase-Detect Auto-Focus), a volte chiamata autofocus dual-pixel (DPAF).”

Google afferma che “Se si immagina di dividere in due metà la (minuscola) lente della fotocamera posteriore del telefono, la vista del mondo vista attraverso il lato sinistro dell’obiettivo e la vista attraverso il lato destro sono leggermente diverse. Questi due punti di vista sono distanti meno di 1 mm (all’incirca il diametro dell’obiettivo), ma sono abbastanza diversi da poter calcolare lo stereo e produrre una mappa di profondità”.

Dopo lo sblocco con il volto, questa è la funzionalità più richiesta che gli utenti della serie Pixel 6 desiderano dal rilascio delle funzionalità della prossima settimana

Un problema che non sembra risolvibile è la mancanza di un illuminatore flood nel Pixel 6 Pro. Quest’ultimo emette luce a infrarossi per assicurarsi che il viso di una persona possa essere visto dal sistema di riconoscimento facciale utilizzato, anche in condizioni di scarsa illuminazione. È possibile che Google dica agli utenti di Pixel 6 Pro che in condizioni di scarsa illuminazione, dovrebbero invece utilizzare lo scanner di impronte digitali sotto il display del dispositivo.

Google in genere rilascia aggiornamenti mensili per Android e Pixel il primo lunedì di ogni mese e a giugno, fino al 6 giugno. Non vi è alcuna garanzia che il rilascio di funzionalità Pixel trimestrale di giugno includa lo sblocco con il volto. Quest’anno, Google consente ai modelli Pixel compatibili di aderire a un programma beta che offre loro la possibilità di testare alcune delle funzionalità imminenti.

Il Pixel Feature Drop di giugno potrebbe anche sterminare alcuni dei fastidiosi problemi che hanno afflitto gli utenti dei modelli Pixel 6 del 2021, in particolare i problemi di connettività. E alcuni utenti si sono emozionati quando l’icona della vibrazione è tornata sulla barra di stato con l’ultima versione beta per il rilascio di funzionalità. Un interruttore consentirà agli utenti di impostare il proprio telefono su “mostra sempre l’icona in modalità vibrazione”.

L’icona della vibrazione è importante perché consente agli utenti di sapere se il loro telefono squillerà forte o vibrerà leggermente quando arriva una chiamata in arrivo. Se l’utente Pixel sta partecipando a una riunione, ad esempio, non vorrebbe un suono forte e suoneria odiosa per interrompere la conferenza.