Guadagniamo denaro dai nostri partner quando fai clic e acquisti dai collegamenti sul nostro sito e abbiamo il supporto dei nostri utenti.Ulteriori informazioni.

Google per combinare Meet e Duo in un’app mobile a piattaforma singola

Google ha fatto un grande annuncio oggi, rivelando che sta combinando due delle sue app di videochiamata per creare un’unica piattaforma di streaming video che chiamerà Meet. Le due piattaforme video che verranno combinate includono Meet e Duo. La prima è una piattaforma video in streaming utilizzata per coinvolgere fino a 250 persone in una singola chat video. Duo è un’app di chat video gratuita per iOS e Android.

Duo lascia Google con un’unica piattaforma video che chiamerà Meet

Oltre a combinare Duo e Meet, alla fine Google eliminerà anche Duo lasciando Google con un’unica piattaforma video, Meet. Javier Soltero, il capo di Google Workspace, ha dichiarato: “L’importante è capire come le persone scelgono quale strumento utilizzare, per quale scopo, in quali circostanze”, Meet è stato utilizzato per riunioni e chat di gruppo.
Nel frattempo, Duo ha molto in comune con FaceTime poiché è stato sviluppato per le chat video one-to-cone piuttosto che per le grandi conferenze per cui vengono utilizzati Meet e Zoom. Integrando Meet e Duo, puoi avviare una riunione praticamente ovunque. Un vantaggio di Duo è la possibilità di avviare una chat video semplicemente chiamando il numero di telefono di una persona invece di fare affidamento su qualcuno per fare clic su un collegamento o toccare un pulsante gigante “Incontra”.

Man mano che Duo e Meet diventano uno, l’app mobile di Duo diventerà l’impostazione predefinita e l’app Duo verrà rinominata Google Meet entro la fine dell’anno. L’attuale app Meet sarà conosciuta come Meet Original. Alla fine verrà reso disponibile un aggiornamento per Duo che invierà le funzionalità di Meet alla piattaforma Duo.

Duo riceverà queste nuove funzionalità grazie all’aggiornamento:

  • Personalizza sfondi virtuali in chiamate e riunioni.
  • Pianifica le riunioni in modo che tutti possano partecipare all’ora a loro comoda.
  • Usa la chat in riunione per un coinvolgimento più profondo.
  • Contenuti condivisi dal vivo per consentire l’interazione con tutti i partecipanti alla chiamata.
  • Ottieni sottotitoli in tempo reale per supportare meglio l’accessibilità e aumentare la partecipazione.
  • Aumenta la dimensione delle videochiamate da un limite attuale di 32 a 100 partecipanti.
  • Integralo con altri strumenti, inclusi Gmail, Google Calendar, Assistant, Messaggi e altro ancora.
Dave Citron, direttore del prodotto per i prodotti video di Google, ha dichiarato: “L’app mobile Duo era molto sofisticata, soprattutto sotto il cofano e nei mercati emergenti, dove la connettività di rete era scarsa o altamente variabile”. Citron dice che sul web è diverso; Lì, Meet è la piattaforma web molto più sviluppata che “crea la base del nuovo sistema combinato”. Ma in entrambi i casi, afferma il Googler, l’idea è quella di combinare Meet e Duo con qualcosa disponibile per tutti senza che nessun utente venga escluso.

Meet è la scelta ovvia su cui Google può concentrarsi per le sue opzioni video e vocali

Soltero di Workspace afferma che, poiché Meet è cresciuto durante la pandemia, è diventata la scelta più ovvia per Google su cui concentrarsi per le sue opzioni video e vocali. Google ha molto lavoro da fare in quanto cerca di riconoscere quale dispositivo stai utilizzando in un determinato momento e invia notifiche solo a quel dispositivo.

Google afferma: “Come parte della nostra missione di creare un’esperienza connessa per tutti gli utenti, siamo entusiasti di riunire le nostre tecnologie per videochiamate e riunioni in un’unica soluzione potente e facile da usare. Le comunicazioni video sono un’area importante di messa a fuoco per noi e continuerai a vedere i nostri investimenti in Google Meet per aiutare le persone a connettersi, collaborare e condividere esperienze su qualsiasi dispositivo, a casa, a scuola e al lavoro.

Ci impegniamo a rendere il passaggio da Duo a Meet il più agevole possibile”, ha affermato Google. Nel 2020, Google ha iniziato a offrire Meet gratuitamente agli utenti e ha anche lanciato oltre 100 funzionalità e miglioramenti per l’app.