Guadagniamo denaro dai nostri partner quando fai clic e acquisti dai collegamenti sul nostro sito e abbiamo il supporto dei nostri utenti.Ulteriori informazioni.

Apple punta alla giugulare di Garmin con l’ultimo aggiornamento del sistema operativo Watch, quindi è finita per gli orologi sportivi?

Se ti capita di correre, nuotare o praticare un altro sport seriamente è probabile che tu possieda un orologio, e non un orologio qualsiasi: è probabile che tu possieda… un orologio sportivo! Sì, uno di quegli orologi che assomigliano molto a quelli classici e tutti sembrano avere una cosa in comune: NON sono realizzati dalle grandi aziende tecnologiche.

Nella comunità di corsa e triatleta, i nomi Garmin, Coros, Suunto e altri sono molto più popolari e amati dei tradizionali smartwatch di Apple e Samsung. Questi orologi sportivi spesso non hanno nemmeno uno schermo colorato o animazioni fantasiose, ma condividono alcune caratteristiche comuni, sopravvivono a condizioni difficili, le loro batterie durano un’eternità e, soprattutto, ti forniscono un sacco di dati utili sull’attività.
D’altra parte, hai l’Apple Watch. È senza dubbio lo smartwatch più popolare in circolazione, indossato da milioni di persone, ma fino a un paio di giorni fa era tutt’altro che il perfetto orologio sportivo.

Quindi cosa è cambiato dall’oggi al domani? Bene, si è svolto il WWDC 2022, la conferenza annuale degli sviluppatori di Apple in cui l’azienda ha presentato l’ultimo aggiornamento del software watchOS 9 e quell’aggiornamento è un punto di svolta. Fornisce un sacco di metriche sportive molto utili che anche gli orologi sportivi premium spesso non hanno. Inoltre, in un tipico stile Apple, questo aggiornamento verrà distribuito anche su un sacco di dispositivi meno recenti, quindi anche il tuo vecchio Apple Watch Series 4 diventerà improvvisamente un orologio sportivo molto più potente!

Nuove metriche sportive in abbondanza

Se sei un corridore, ci sono tre nuove metriche che Apple ha introdotto in watchOS 9 di cui dovresti preoccuparti: lunghezza del passo, tempo di contatto con il suolo e oscillazione verticale.

È abbastanza sorprendente come Apple sia in grado di calcolarli tutti usando algoritmi intelligenti che misurano il movimento del tuo polso, ma tutto sembra funzionare.

Tuttavia, il più impressionante deve essere Running Power. Questa metrica è in realtà incredibilmente utile per i corridori in quanto mostra il tuo sforzo in tempo reale e ti aiuta a regolare correttamente le tue corse, senza spingere troppo troppo presto. Si misura in watt e maggiore è la tua potenza di corsa a una frequenza cardiaca inferiore, più efficiente sei. E questa metrica è in realtà piuttosto complessa da elaborare in quanto combina il tuo ritmo, l’oscillazione verticale e può persino tenere conto del tempo locale. Anche gli orologi da corsa più avanzati come la serie Garmin Forerunner non hanno questa metrica o, per essere più specifici, funzionano solo con l’aiuto di un accessorio separato che devi indossare su di te.

Anche i nuotatori non vengono lasciati indietro con l’importante metrica SWOLF in arrivo su Apple Watch. SWOLF è una metrica dell’efficienza del nuoto ed è utile perché combina sia la lunghezza della bracciata che il tempo per ciascuna bracciata, quindi non puoi facilmente “imbrogliarlo” con una bracciata più lunga o più veloce.

Il gioco è finito per gli orologi sportivi come quelli di Garmin?

Ovviamente, sebbene questa sia una grande mossa da parte di Apple, non è proprio il colpo mortale.

Gli orologi sportivi hanno ancora un grande vantaggio sotto forma di una durata della batteria molto più lunga e la maggior parte di essi è anche dotata di pulsanti di navigazione che personalmente trovo molto più convenienti quando sei in movimento.

È chiaro che Apple sta colmando il divario e questo dovrebbe preoccupare l’industria degli orologi sportivi. Non dimenticare che persistono voci sul fatto che Apple stia lavorando su una modalità a basso consumo per i suoi orologi che dovrebbe prolungare significativamente la durata della batteria. Anche raddoppiare sarebbe un bel risultato, ma attualmente tutto ciò rimane solo un sussurro sulla vite piuttosto che la realtà.

Alla fine della giornata, tuttavia, è Apple a migliorare a passi da gigante, mentre non vediamo Garmin recuperare il ritardo con Cupertino quando si tratta di funzionalità di software e smartwatch. La realtà potrebbe semplicemente finire che questo tipo di competizione deve spingere i produttori di orologi sportivi a fornire prodotti ancora migliori in futuro, qualcosa di cui tutti possiamo trarre vantaggio.