IC di Ricadi incontra la scrittrice Giusy Staropoli Calafati

L’Ic di Ricadi ha dato il via oggi al primo dei tre incontri con la scrittrice calabrese Calafati

Nell’ambito del progetto “Biblioteca in classe” portato avanti dall’Istituto Comprensivo di Ricadi in collaborazione con il Sistema Bibliotecario Vibonese, gli alunni del plesso di Santa Domenica hanno incontrato oggi la scrittrice calabrese Giusy Staropoli Calafati.

Si è concluso oggi, quindi, il primo di tre incontri che vedrà coinvolti anche – nei prossimi giorni – i plessi di Ricadi e di Spilinga.

Una vera e propria invasione gigantara, come la definisce la scrittrice stessa. Un laboratorio figurativo e di lettura legato alla storia dei giganti che i nostri ragazzi tanto amano. Nei suoi laboratori i bambini diventano protagonisti vestendo i panni dei giganti e dei tamburinari.

Si legge insieme la bellissima favola che racconta la storia dei giganti, si balla, si suona inscenando il gran ballo dei giganti. Una vera e propria esplosione di tradizioni, colori, suoni, antiche leggende, sud.

Come si legge dal blog della scrittrice, con questo libro, abbellito anche da simpatiche illustrazioni, si cerca di trasmettere ai bambini l’importanza della lettura, portandoli a conoscenza di quello che è il profilo storico, leggendario e festoso dei giganti di cartapesta. Un laboratorio che produce cultura nel mondo della FESTA!!! I libri sono un cammino che porta alla felicità. Condividerla con i bambini (che saranno gli uomini e le donne di domani) é come costruire una casa sulla roccia. L’obiettivo è invadere il mondo con i libri e conquistarlo per sempre.

Santo Gioffré nella prefazione del libro racchiude la bellezza del tema raccontato dalla scrittrice: “[…]Il Mito dei Giganti Mata e Grifone ci precede e ci rincorre fin dalla nostra nascita. Essi sono mischiati a questa parte della Calabria e alla Sicilia come la gramigna della terra rivoltata dall’aratro o il soffio del vento di scirocco che,da sempre, qui spira in modo improprio perché porta respiri affannosi, come quello dei bimbi quando, nelle sere d’estate, corrono dietro i Giganti che ballano al ritmo della maestria dei tamburinari. Tutti noi siamo cresciuti aspettando le feste di ferragosto quando i Giganti, la bellissima Mata ed il burbero Grifone, ci accompagnavano nelle nostre fantasticherie.[…]”

I giganti fanno parte della nostra storia, delle nostre tradizioni e molto probabilmente della nostra infanzia. Farli rivivere in classe e mantenere accesa la memoria, ricostruirla laddove sembra essere dimenticata è lodevole.

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
RicadInforma.it - Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/13 del 14/01/2013 (ISSN 2420-8302)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.