Chiusura serbatoi Santa Maria e Santa Domenica di Ricadi

Prevista nella prossima settimana la chiusura dei serbatoi di Santa Maria e Santa Domenica di Ricadi

Il sindaco di Ricadi, Giulia Russo, ha emanato – nella giornata di ieri – un’ordinanza contingibile ed urgente per la chiusura dei serbatoi della frazione di Santa Domenica e Santa Maria.

Per la frazione di Santa Domenica la chiusura dei serbatoi è prevista martedì 8 maggio dalle ore 8:00 e presumibilmente fino alle 18:00, per la frazione di Santa Maria, invece, mercoledì 9 maggio seguendo gli stessi orari.

Nell’ordinanza è fatto divieto di utilizzo dell’acqua erogata dalla rete comunale per gli usi potabili nelle giornate di chiusura dei serbatoi.

Il provvedimento nasce da nuove analisi effettuate dall’Arpacal in cui la quantità di Nitrati è superiore rispetto al livello consentito per legge.

L’Amministrazione comunale ha ritenuto necessario eseguire dei lavori di manutenzione straordinaria alla rete principale di distribuzione idrica delle frazioni interessate (Santa Domenica e Ricadi) considerato che a tutt’oggi si registrano da parte dei cittadini della frazione di Santa Domenica e di Santa Maria numerose segnalazioni relative all’erogazione dell’acqua potabile, proveniente dal sistema idrico comunale, che si presenta a tratti con colore torbido e vista la nota dell’Asp di Vibo Valentia.

Come si legge dal documento, i lavori sono stati programmati per eliminare i residui di sedimenti indesiderati accumulatisi negli anni e che sono causa del colore torbido.

Un problema, quello dell’acqua dal colore torbido e dai valori non conformi, che va avanti da troppo tempo e che sembra non trovare una soluzione definitiva.

Autore dell'articolo: Redazione

Redazione
RicadInforma.it - Autorizzazione del Tribunale di Vibo Valentia n. 1/13 del 14/01/2013 (ISSN 2420-8302)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.